Basta bufale

Dopo Matteo Salvini, anche il Vicesindaco di Magenta Simone Gelli sbaglia i conti sul fondo dei buoni spesa per le famiglie in difficoltà stanziati dalla Protezione Civile Nazionale.
Pur di andare contro il Governo e far propaganda, per la Lega va bene tutto, anche affermare che i soldi messi a disposizione per l’acquisto di beni di prima necessità siano destinati a tutti, compresi loro stessi! (un Senatore come Salvini secondo voi ha bisogno dei buoni spesa?!).
Proprio come il suo “Capitano”, Gelli su Settegiorni di oggi calcola così:
127mila euro : 24mila magentini = 5,29€ a cittadino
Seguendo il suo ragionamento, anche Gelli stesso, il Sindaco Calati, o Enzo Salvaggio riceveranno un contributo.
Senza fare i conti in tasca a nessuno, ci auguriamo che loro abbiano la possibilità di avere quotidianamente cibo e prodotti per l’igiene.
Lo ripetiamo: i 127mila euro del Fondo di Solidarietà Alimentare (per i buoni spesa) servono ai magentini in difficoltà, a chi non riesce a procurarsi generi alimentari a causa dell’emergenza economica legata al Coronavirus.
Fare propaganda sulla pelle delle persone in difficoltà è vergognoso.
Da un Vicesindaco ci si aspettano informazioni correte e non simili falsità utili solo a confondere ancor di più i cittadini.
Magenta e l’Italia vivono una situazione drammatica e l’ultima cosa di cui abbiamo bisogno sono queste bufale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *