Per tutelare la salute serve un sistema sanitario “in salute”

“Riteniamo che Magenta debba essere il punto di riferimento del territorio, ma il Sindaco Calati sembra aver annullato questa centralità di Magenta, rinunciando a giocare un ruolo fondamentale per la sanità cittadina e perdendo di vista quel ruolo di capofila che si aveva in passato” afferma il nostro Segretario Luca Rondena su Settegiorni.
Pare che i legami politici diretti con Fontana non permettano al Sindaco di esporsi come tanti altri amministratori stanno facendo per tutelare la salute dei propri cittadini.
Per questo abbiamo presentato un’interrogazione riguardo la situazione dei medici di famiglia in Città e dell’Ospedale Fornaroli, dove liste d’attesa e ambulatori sono ancora in difficoltà e crediamo sia importante un intervento e una pressione maggiore verso ATS e Regione per rispondere ai bisogni dei cittadini, soprattutto coloro che soffrono di patologie croniche.
Così come l’evoluzione della campagna vaccinale tra personale sanitario, RSA e volontari. A che punto è? Si sono verificati problemi? Inoltre, quando sarà aperta la somministrazione ad alla popolazione, come intende comportarsi l’Amministrazione per facilitare l’adesione da parte della cittadinanza?
Infine, dopo il pasticcio dei dati di Regione Lombardia, abbiamo chiesto chiarezza sui dati dei Covid positivi a Magenta e se ci sono stati errori anche nel nostro Comune. Si tratta di chiarezza necessaria per segnalare i problemi e superarli.
Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "PD] PtDemoscc AGENTA SONO UACENATO SONO MI 10 IOSPEOAITS FONDAZIONE AZIENDA Raffica di interrogazioni per fare luce su alcune questioni chiave, tra cui anche funzionamento del Fornaroli Vaccinazioni, dati Ats e ambulatori fermi: il PD preoccupato per la sanità cittadina settegiorni Bbintegrasso"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *