Commercio: “Serve un piano economico straordinario”

Come evidenziato dalla nostra Consigliera Comunale Marzia Bastianello su Settegiorni, sono ormai passati 16 mesi dall’inizio della pandemia e se dal punto di vista sanitario la situazione è in miglioramento, grazie ai vaccini e al senso civico dei cittadini, dal punto di vista economico continuano le difficoltà. Nonostante aiuti e sostegni, sono molte le realtà che hanno dovuto chiudere o ridimensionare il proprio lavoro, con minori finanziamenti e il timore di dover affrontare una nuova (eventuale) ondata del virus e delle sue varianti.

Perché se gli aiuti del Governo e il bando (nell’ambito del Distretto del Commercio) da 100mila euro di aiuti che scadrà a fine luglio è insufficiente e poco inclusivo (alcune categorie sono escluse), dobbiamo collaborare per creare un piano di sostegno con l’unico fine di non far chiudere altre attività territoriali prevenendo così licenziamenti e ulteriori disagi.

Quindi serve un piano economico straordinario supportato da strategie di marketing territoriale qualificate e volto a mantenere alto l’interesse per il nostro territorio.

Chiediamo inoltre al Sindaco di rendere nota l’attività dell’ultimo anno del tavolo marketing territoriale e il lavoro svolto dallo sportello delle Attività produttive Suap. Perché se i sostegni non bastano, quantomeno la burocrazia e le tempistiche devono essere il più possibile semplici e rapide. Il Comune deve e può fare di più, insieme a Confcommercio e a tutte le categorie, per sostenere i negozi locali, a partire da oggi, dai giovedì sera d’estate, per i quali l’Amministrazione non si è spesa minimamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *