Code in ospedale: serve una soluzione

Da settimane assistiamo a lunghe code di cittadini all’ingresso dell’Ospedale Fornaroli per la prenotazione di esami e prelievi.
Un disagio che deve essere risolto, soprattutto considerando la salute delle persone e l’incognita del meteo.
Per questo abbiamo presentato un’interrogazione al Sindaco Calati per chiedere cosa si intende fare, perché i post e i video indignati degli amministratori del centrodestra non risolvono il problema.
Calati, Gelli, Del Gobbo e Ballarini: chiamate Asst, Fontana e Gallera. Chiamate ora e risolviamo una situazione che mette a rischio la salute dei cittadini del territorio.
Qui le parole del Capogruppo Enzo Salvaggio e QUI il testo della nostra interrogazione.
L'immagine può contenere: 2 persone, testo

25000 euro

25000 euro.
È all’incirca questa la cifra sostenuta in poco più di un anno per spese legali dal Comune di Magenta nelle liti con la comunità musulmana cittadina.
Prima per aver negato alla comunità un luogo dove pregare e ora per non aver approfondito a sufficienza la richiesta di uno spazio per la sepoltura dei propri cari defunti nell’area cimiteriale.
Due condanne pesanti per il nostro ente da parte della giustizia amministrativa e soprattutto due battaglie ideologiche e inutili per cui sono stati utilizzati i soldi dei magentini.
I costi sono ingenti e crediamo che oggi, con quelle risorse, si sarebbe potuto rispondere ai bisogni sociali e alle difficoltà economiche che stanno emergendo in Città a causa della crisi.
Consigliamo al Sindaco Chiara Calati di trovare spazi di confronto e dialogo prima di scegliere (ancora una volta) la strada della lite amministrativa.
Costi così elevati non solo ricadano sulle spalle dei cittadini di Magenta, ma tolgono risorse fondamentali per i servizi, alimentando divisioni e tensioni che non appartengono alla storia della nostra Città. Serve costruire convivenza civile nel rispetto reciproco.
Basta sprecare e risorse e negare i diritti: Magenta è di tutte e di tutti.
L'immagine può contenere: il seguente testo "PD] .Democratiss MAGENTA magentini in meno di due anni hanno speso quasi 25.000€ per le spese legali sostenute dall'Amministrazione Calati per le liti (perse) contro la comunità musulmana. BASTA SPRECARE SOLDI DEI CITTADINI E NEGARE DIRITTI."

Buon anno scolastico!

Anche quest’anno è arrivato il momento di tornare a scuola.
Il suono della campanella dopo la pausa estiva, dopo il tempo sospeso e spensierato delle vacanze, segna da sempre il ritorno alle attività quotidiane e si carica di aspettative e rinnovati propositi.
La scuola è un’istituzione che, con i suoi ritmi consolidati e i suoi riti rassicuranti, scandisce lo scorrere del tempo in una società sempre più “liquida” – per dirla con Bauman – e disarticolata. Il ritorno tra i banchi, tuttavia, non avrà quest’anno lo stesso sapore di sempre.
Numerose sono ancora, ad oggi, le incognite e le incertezze
dopo che, per sei lunghi mesi, le scuole come spazio fisico di incontro e relazione sono state costrette a chiudere i battenti e ad inventare, con estro e spirito di iniziativa, nuove forme per garantire uno dei diritti fondamentali della persona: il diritto allo studio.
A tutti i dirigenti, i maestri, i professori, il personale scolastico che, con passione e dedizione, nelle prossime settimane ricominceranno a svolgere in pienezza il loro mestiere rivolgiamo un sentito augurio di buon lavoro.
E un sincero ringraziamento, con l’auspicio che la scuola torni davvero ad essere – non a parole, ma nella pratica – il cuore
pulsante di un Paese che prova a ricostruirsi dopo i mesi terribili che abbiamo attraversato.
Auguriamo di vivere con gioia il ritorno in aula, forti della consapevolezza che sono le relazioni cariche di umanità a creare il terreno fertile perché vi sia una reale formazione ispirata ai valori di libertà e democrazia in cui ci riconosciamo.
Non esiste scuola senza le persone, non esiste scuola –parafrasando Don Milani – senza amore e passione.
Buon anno scolastico!
L'immagine può contenere: il seguente testo "PD PartitolDemocratico MAGENTA ST MH "Chi non farà scuola animato da un grande amore, non faccia scuola" DON LORENZO MILANI"

Alla lega magentina interessa più la polemica che risolvere i problemi

La scuola riparte tra tante difficoltà e incertezze e spiace notare come la Lega magentina sia interessata più alla polemica che a risolvere i problemi della Città.
Ecco una dimostrazione:
Il 28 luglio il Vice Sindaco Gelli ha annunciato (con tanto di “locandina”!) che la nostra Magenta è stata beneficiaria di 90mila euro di fondi europei da destinare all’adeguamento delle strutture scolastiche.
Una buona notizia, anche se abbiamo scoperto che a poche ore dal suono della campanella quei soldi non sono stati spesi e la progettazione degli interventi deve ancora iniziare.
Speriamo che i lavori non debbano intralciare in alcun modo il corso dell’anno scolastico dopo tanta attesa e sacrifici.
Auspichiamo inoltre che parte di questi soldi possano essere utilizzati per la ripresa del pre e post scuola per le scuole dell’infanzia di Magenta, valutando anche modalità e spazi innovativi e flessibili.
Ad oggi un servizio fondamentale per tante famiglie resta ancora incerto, mentre è certo l’attaccamento dei nostri amministratori ai selfie e alle polemiche sterili.
La scuola è una cosa seria e siamo consapevoli delle sfide complesse che affrontano alunni, personale e famiglie.
Prima e oltre le polemiche, chiediamo all’Amministrazione quelle azioni concrete che possono e devono essere realizzate per fare il bene della Città.
Nessuna descrizione della foto disponibile.

Cura del verde: a che punto siamo?

Tanti cittadini ci segnalano punti della Città dove la cura del verde pubblico è carente, ma sappiamo che i tagli sono in arrivo.
Ma quando di preciso? Quale programma?
Abbiamo depositato un’interrogazione per fare luce sui tempi di intervento e sulla situazione complessiva delle manutenzione verde a Magenta.
Perché una Città più è curata e più è vivibile.
QUI il testo della nostra interrogazione.
L'immagine può contenere: erba, pianta, natura e spazio all'aperto, il seguente testo "PD Partito/Democratico MAGENTA MAGENT Cura del verde: a che punto siamo?"