Liceo Musicale: ennesimo teatrino della giunta Calati

Quanto sta accadendo a Magenta per il liceo musicale è l’ennesimo teatrino dell’assurdo della giunta Calati.

La sindaca e i suoi assessori prima giocano a nascondino, poi pensano di risolvere la questione partecipando a un evento elettorale della Lega a Marcallo e, infine, fanno scrivere ai consiglieri di maggioranza una lettera in cui “scaricano” la responsabilità al Dirigente scolastico. Ci sarebbe da ridere, se non rischiassero di andarci di mezzo decine di studenti e la credibilità dell’Amministrazione comunale.

In merito alla mancata apertura di una classe del liceo musicale a Magenta, la sindaca Calati vanta un’interlocuzione con la scuola: non è vero, perché la Dirigente scolastica ha più volte espresso una posizione chiara e contraria alla richiesta di deroga.

La sindaca Calati vanta anche un colloquio con il Ministro: non è vero, perché i due si sono incontrati a una cena elettorale a sostegno della candidatura di Marina Roma. La sindaca Calati vanta di avere messo in campo tutte le energie possibili per salvare il liceo musicale: non è vero, perché nell’ultima lettera firmata dai consiglieri di maggioranza si chiede alla Dirigente scolastica di “mettere in atto tutte le iniziative di cui Lei si possa fare carico” per chiedere una deroga: uno “scaricabarile” per nascondere tutta la propria incapacità.

Lo chiediamo alla sindaca e a tutta la maggioranza: ammettete il fallimento e smettetela di prendere in giro gli studenti, le loro famiglie e tutti i magentini. La nostra Città merita una giunta competente che sappia davvero affrontare e risolvere i problemi.

2569 grazie!

Il Partito Democratico, con il 23,3%, è stato il secondo partito più votato alle Elezioni Europee a Magenta.

Un sincero ringraziamento ai 2569 magentini che hanno scelto di votare Partito Democratico e sostenere i nostri candidati al Parlamento Europeo.

C’è ancora tanto da fare e ne siamo consapevoli. Proprio per questo lavoreremo sempre di più per il bene di Magenta e per costruire un’alternativa reale e credibile al centrodestra leghista.

Ringraziamo anche i militanti e i cittadini che hanno partecipato durante la campagna elettorale e hanno contribuito a questo risultato.

Infine, un doveroso ringraziamento agli scrutatori, ai presidenti di seggio, ai segretari, agli uffici comunali e alle forze dell’ordine per il lavoro svolto per permettere ai cittadini di partecipare ad una bella giornata di democrazia.

#ElezioniEuropee #PDMagenta

Magenta nel degrado?

Aumentano le segnalazioni su problematiche relative al #verde in Città.

Se possibile la situazione agli occhi dei cittadini è in continuo peggioramento.

La verità è che la lotta per il decoro contro il degrado, su cui l’Amministrazione aveva promesso un grande cambiamento non ha visto investimenti e soprattutto nessuna novità.

La Lega Nord che tiene il bilancio del comune col vicesindaco Gelli non mette soldi sui lavori pubblici e così facendo non solo non cambia nulla rispetto al passato ma tutto fa supporre che queste scelte vogliano metter in difficoltà l’Assessore forzista Laura Cattaneo che cerca di essere presente il più possibile ma pare trovarsi sempre impegnate in battaglie solitarie senza supporto da parte dei suoi colleghi.

Per amministrare serve, però, saper lavorare insieme, ben aldilà dell’appartenenza partitica e del mero orticello personale. Oggi tutto lo sforzo economico dell’Ente sembra concentrati sulla sicurezza, peraltro con scarsi risultati osservando i fatti di cronaca.

Sicurezza non significa solo militari, che non si sa dove siano finiti, ma anche lotta al degrado e alle situazioni potenzialmente pericolose come quella che riguarda la zona ospedale, dove è assente l’illuminazione pubblica da tanti, troppi giorni.

Infine, riguardo il verde, invieremo diverse segnalazioni via PEC per contribuire alla vita comune in città e rispondere a delle richieste di nostri concittadini. Speriamo che non rimangano lettera morta.

Palazzetto a rischio chiusura

Da tempo abbiamo denunciato il rischio per Magenta di perdere un pezzo importantissimo della propria storia.
L’ eventuale chiusura del #Palazzetto sarebbe un danno non soltanto per gli atleti e i lavoratori, ma per tutta la Città.

Speriamo sia possibile trovare una soluzione, ma il tempo ormai a disposizione è agli sgoccioli e l’Amministrazione Comunale, colpevolmente in ritardo, non pare avere soluzioni per il futuro.

👇 Ecco il commento del nostro Consigliere Comunale Paolo Razzano su Settegiorni.

#SaveThePalazzetto