La democrazia va difesa e la violenza condannata

I fatti di Washington rappresentano una delle pagine più buie della storia della democrazia americana. Avvenimenti che hanno colpito tutti noi e che dimostrano quanto sia importante difendere le nostre istituzioni e contrastare gli estremismi che vogliono ottenere il potere con la forza.
“La democrazia va sempre difesa e la violenza sempre condannata”. Sono le parole del Sindaco Calati, parole che condividiamo e che dovrebbero rappresentare il pensiero di tutti coloro che occupano cariche pubbliche. Purtroppo, a Magenta, non è così. L’Assessore della Lega Simone Tisi non solo non condanna le violenze, ma le giustifica.
Sono affermazioni vergognose e inaccettabili. Chiediamo al Sindaco Calati di intervenire e prendere provvedimenti nei confronti del proprio Assessore. Magenta non può essere amministrata da chi preferisce i colpi di stato rispetto alla democrazia: dimissioni.
L'immagine può contenere: 2 persone, il seguente testo "Ha ragione Calati: la democrazia va difesa e la violenza condannata. Chiara Calati leri alle 00:56 Sto seguendo con apprensione quanto sta accadendo negli Stati Uniti. Scene che mai avrei voluto vedere. La democrazia va sempre difesa la violenza sempre condannata. Simone Tisi 14h AMAVA LA SUA PATRIA, L'HA SERVITA NELL'AIR-FORCE, Ha DIFESO PROPRI IDEALI E VALORI FINO A DARE LA VITA Assessore Tisi: vergogna! TRUMP ASHLI BABBITT, LEI IL SIMBOLO DI LOTTA PER LA LIBERTA ELA DEMOCRAZIA MA NESSUNO SI INGINOCHIERA PER LEI"

Auguri di buone feste, Magenta!

Sta per finire un anno difficile. Un anno di incertezze, paure e sacrifici. Un anno che ha stravolto la nostra quotidianità e ha colpito duramente famiglie, imprese e istituzioni.
Ma uniti, vicini e solidali, possiamo affrontare le sfide del 2021. Magenta ha voglia di futuro e di ripartenza, ma sarà importante non lasciare indietro nessuno e soprattuto investire su giovani, salute, scuola, lavoro e ambiente.
Ed è con responsabilità, fiducia e speranza che la nostra comunità democratica rinnova il proprio impegno al servizio della Città. Ci auguriamo di poter presto recuperare appieno il contatto e l’incontro diretto con tutti voi, perché la bella politica non è solo per le persone, ma anche tra le persone.
Durante l’anno abbiamo dato il nostro contributo con proposte, progetti e azioni concrete come donazioni e raccolte di beni di prima necessità per aiutare le famiglie in maggiore difficoltà economica. Ci siamo e continuiamo ad esserci, disponibili alla collaborazione con l’Amministrazione Comunale e tutte le realtà che hanno a cuore Magenta.
Ed è sopratutto alle associazioni, ai volontari e al personale sanitario che vogliamo rivolgere un augurio speciale per ringraziarvi della vostra dedizione e generosità.
Restiamo uniti, perché solo insieme sarà possibile ripartire.
Auguri di buone feste, Magenta!
L'immagine può contenere: 2 persone

Dov’è l’Amministrazione Comunale?

Se lo chiedono i residenti e lo chiediamo anche noi. Da tempo denunciamo la necessità di interventi tempestivi e soprattutto di un dialogo costante tra Aler e Comune per risolvere i problemi degli inquilini. Spesso, risposte e informazioni arrivano solo grazie all’interessamento delle opposizioni, in particolare del Partito Democratico attraverso il nostro Capogruppo Enzo Salvaggio. Non è accettabile.
Il Sindaco Calati ha più volte vantato un rapporto diretto con il Presidente Attilio Fontana: bene, intervenga presso Regione per portare all’attenzione dell’ente responsabile della gestione delle strutture le istanze dei magentini. Anche le case Aler sono parte di Magenta!
L'immagine può contenere: 1 persona, il seguente testo "PD PwtesDemonatice Magenta settegiorni Abbiategrasso VIA DELLO STADIO condomini delle case Aler preoccupati per infiltrazioni che minacciano stabilità impianti della palazzina civico 39 «Camminiamo sull' acqua e nessuno fa nulla» contatori coperti da sacchi di plastica per proteggerli, muffa e nero ovunque, senza contare topi: residenti sono esasperati ATTACCO PD I| Capogruppo Salvaggio ha scritto ad Aler, ma bacchetta la Giunta <«L'Amministrazione sia più presente» settegiorni Abbintegrsso"

Lavori pubblici a Magenta, i muscoli e la mancanza di progettualità

A Magenta, dopo la Via Garibaldi inaugurata senza l’eliminazione delle barriere architettoniche e senza pista ciclabile, si è passati ad un grande risultato: il rappezzo della Via Mainaga. Partiamo da qui.
Durante il Consiglio Comunale di fine ottobre portavamo all’attenzione della città e dell’Amministrazione non solo le cattive condizioni in cui si trovava la strada, ma anche le cause stesse di tale deterioramento, ovvero il traffico pesante. Ad oggi la Polizia Locale certifica che il traffico sopra le 10 tonnellate non dovrebbe passare da una strada urbana come quella della Via Mainaga, ma senza controlli la strada rischia di essere presto oggetto di nuovi e dispendiosi interventi.
Altro tema.
In primavera, la città di Magenta ha ricevuto 700 mila euro di finanziamenti dalla Regione, risorse che sono state spese per tamponare situazioni su cui mai avrebbero potuto trovare una soluzione. Una vera manna dal cielo che sarà molto utile per la nostra comunità. Ci riferiamo in particolare al palazzetto dello sport, allo stadio.
Andiamo avanti.
400 mila euro stanziati con il bilancio di previsione sono stati impegnati al fotofinish per diverse asfaltature. Ok, sicuramente serviranno.
Attualità.
Notizia di oggi sono i soldi provenienti da Regione Lombardia per la Pista Ciclabile fra Magenta e Corbetta, il rifacimento di Piazza Mercato e i necessari lavori sulla Scuola di Pontevecchio. Sulle prime due opere l’Amministrazione sarà in grado di procedere perché si trova già delle progettualità ereditate dall’Amministrazione Invernizzi, mentre sull’ultima sarà necessario rivedere una convenzione urbanistica che impegnava almeno 180 mila euro di risorse sulla scuola di Pontevecchio.
La domanda al seguito di queste rapide osservazioni è semplice: quali progetti lascerà al futuro questa Amministrazione? Se non fosse per i soldi provenienti da altri enti, compreso il Governo centrale che ha stanziato circa 130 Mila euro su barriere architettoniche ed efficientemento, cosa avrebbe realizzato?
Oggi siamo nel regno della quantità e dei soldi che stanno arrivando alla nostra città e ne siamo contenti, ma di pari passo si dovrebbe pensare al domani, alla Città tra cinque, dieci, venti e trent’anni. Eppure è dal 2017 che non sentiamo nessuna idea.
Ci piace concludere pensando anche a due importanti interventi che verranno realizzati l’anno prossimo. Interventi che hanno radici lontane, ovvero la riqualificazione a LED dell’illuminazione pubblica (bando vinto nel 2016) e l’interramento dei cavi dell’alta tensione con un percorso che viene da 2013, quando abbiamo riportato TERNA a ragionare su Magenta. La visione era chiara: una magenta più sostenibile, efficiente e meno impattante. Ora qual è la visione?
L'immagine può contenere: spazio all'aperto

Verità per Giulio Regeni: firma anche tu

Qualche giorno fa diversi cittadini hanno chiesto come mai lo striscione giallo della campagna di Amnesty International #VeritàperGiulioRegeni non sventoli più sulla facciata del comune in Piazza Formenti.
Eleonora Preti ha pensato di lanciare un appello al sindaco e alla giunta per chiedere che lo striscione torni a essere esposto. Un gesto di impegno civile, ancor più importante alla luce degli ultimi sviluppi delle indagini della procura di Roma, che gettano nuove, inquietanti ombre sull’uccisione del giovane ricercatore.
Crediamo che la difesa dei diritti umani e la ricerca della verità non abbiano colore politico. Per questo sosteniamo la petizione e vi invitiamo a condividerla, con la speranza che possa essere presto accolta.