Magenta riapre: si può fare di più

Venerdì scorso abbiamo chiesto di convocare un Consiglio Comunale per varare nuovi interventi economici per aiutare la Città a ripartire. Ieri l’Amministrazione Calati ha annunciato alcuni provvedimenti finanziati in gran parte da fondi regionali, statali e grazie al contributo di due importanti realtà come ASM e Gruppo CAP. Crediamo sia possibile fare un ulteriore sforzo, soprattutto per sostenere i nostri commercianti.
Magenta ha voglia di futuro.

Ecco il commento del nostro Capogruppo Enzo Salvaggio per Settegiorni.

Via ai cantieri!

È iniziata la fase 2 e Magenta ha voglia di futuro, ha voglia di costruire il domani. Crediamo importante sfruttare questo periodo per far partire il prima possibile diverse opere pubbliche necessarie (e alcune già pronte!) per lo sviluppo della nostra Città.
Chiediamo all’Amministrazione Calati di non perdere altro tempo e dare avvio ai lavori per garantire a cittadini e imprese di poter ripartire al meglio e senza disagi.
Qual è la situazione delle opere pubbliche a Magenta?
Lo spiega bene QUI il nostro Capogruppo Enzo Salvaggio.
Opere già finanziate ma ancora ferme:
  • Via Garibaldi, 140 mila euro
  • Rotonda tra Magenta e Corbetta, prevista dalla convenzione come opera a scomputo (da fare ora per evitare momenti con più traffico!)
  • Il tetto della palestra delle scuole Baracca, 150mila euro e già finanziato al 50% da un bando.
URGENTE!
  • Manutenzione straordinaria prevenzioni incendi delle scuole di Pontevecchio, 176mila euro
Opere già programmate e opere da finanziare con contributi regionali e/o statali:
  • Stadio Comunale. Il Comune ha previsto per 180mila euro (non più 400mila come annunciato). Quando partiranno i lavori? Speriamo entro questa estate, o si rischia di interferire con l’inizio del campionato!
  • Palazzetto dello Sport. Secondo noi deve rimanere una struttura a servizio della Città, ma se non si fa nessun intervento di manutenzione dovrà chiudere molto presto (avevamo proposto un emendamento al bilancio per il valore di 200 mila euro fra 2020/21).
  • Pista ciclabile per CorbettaAnticiparla a quest’anno pensando anche alle esigenze generate dall’emergenza Coronavirus, così da evitare possibili assembramenti sui mezzi pubblici che collegano le due Città. Bisogna completare la progettazione esecutiva, altrimenti non si potrà cantierare in tempo utile!
  • Scuole “anti-Covid”. Sfruttare i fondi regionali per la messa in sicurezza delle strutture scolastiche entro settembre.
  • Abbattimento barriere architettoniche. Non esiste ancora il Peba, ma servono interventi per permettere a tutte e a tutti di muoversi in Città.